CUORE E…

Cardiologia e medicina generale incontrano la medicina digitale

Value Based Healthcare Ecosystem, come nasce

In Italia l’aspettativa di vita ha ormai raggiunto e superato gli 80 anni e almeno per le donne ci si sta avvicinando ai 90 anni. Questa nuova realtà sociale fa sì che sempre più ci si trovi a gestire pazienti cronici con comorbilità, mettendo a dura prova i servizi...

L’importanza del Digital Health nel Value Based Healthcare Ecosystem

Già prima della pandemia da SARS-CoV-2 erano evidenti i problemi dell’attuale sistema sanitario, ma COVID-19 ha fatto capire che occorre intervenire in fretta e che in particolare occorre intervenire per una migliore medicina del territorio. Sempre la pandemia ha...

Value Based Healthcare Ecosystem: il significato di ecosistema

L’integrazione del sistema ospedale territorio è il principale obiettivo del PNRR. E in questo la medicina digitale gioca un ruolo chiave perché con un utilizzo adeguato della tecnologia potremmo arrivare a pensare di rendere la casa il principale luogo di cura. In...

Ultime novità su Fibrillazione atriale e TAVI

Video talk del Dott. Andrea Rubboli, Direttore, Unità Operativa Complessa di Cardiologia
Ospedale S. Maria delle Croci, Ravenna

DOAC: i dosaggi ridotti solo quando specificamente raccomandati

Nei pazienti in terapia con i farmaci anticoagulanti orali DOAC l’attenzione al corretto dosaggio è un elemento indispensabile. “A volte si preferisce prescrivere un basso dosaggio anche in pazienti che non hanno le caratteristiche tipiche per questa indicazione per...

Edoxaban: si conferma la sicurezza nei pazienti anziani (>85 anni) a un anno di follow-up

La somministrazione di edoxaban per la profilassi della cardioembolia associata a fibrillazione atriale appare sicura sia in pazienti anziani a basso rischio sia in anziani fragili con più di 85 anni. La conferma riguardo alla sicurezza proviene dall’analisi di un...

Seguici sui Social Media

Webinar – I test diagnostici per COVID-19: un panorama in continua evoluzione

Webinar

MEDICINA DIGITALE

Value Based Healthcare Ecosystem, come nasce

In Italia l’aspettativa di vita ha ormai raggiunto e superato gli 80 anni e almeno per le donne ci si sta avvicinando ai 90 anni. Questa nuova realtà sociale fa sì che sempre più ci si trovi a gestire pazienti cronici con comorbilità, mettendo a dura prova i servizi...

L’importanza del Digital Health nel Value Based Healthcare Ecosystem

Già prima della pandemia da SARS-CoV-2 erano evidenti i problemi dell’attuale sistema sanitario, ma COVID-19 ha fatto capire che occorre intervenire in fretta e che in particolare occorre intervenire per una migliore medicina del territorio. Sempre la pandemia ha...

Value Based Healthcare Ecosystem: il significato di ecosistema

L’integrazione del sistema ospedale territorio è il principale obiettivo del PNRR. E in questo la medicina digitale gioca un ruolo chiave perché con un utilizzo adeguato della tecnologia potremmo arrivare a pensare di rendere la casa il principale luogo di cura. In...

Un ecosistema digitale per il rischio cardiovascolare

Un ecosistema digitale per il rischio cardiovascolareRuolo del Value Based Health Ecosystem per la presa in carico dei pazienti ad alto e ad altissimo rischio cardiovascolareMartedi 15 Marzo - ore 16.30La Rete Cardiologica degli IRCCS, network di ricerca italiano e...

La digitalizzazione della sanità italiana, tra opportunità e sfide

Mercoledi 15 Dicembre si è svolto “Digiti…Amo”, seminario online che aveva l’obiettivo di fare il punto sul processo di digitalizzazione della sanità italiana, grande sfida del prossimo futuro. L’emergenza pandemica ha sicuramente favorito la diffusione di attività...

Più valore nella gestione del paziente cronico, gli IRCCS propongono un modello di cambiamento

Un nuovo modello di gestione del paziente cronico a rischio cardiovascolare, messo a punto di recente e destinato ad essere valutato e impiegato dalla Rete Cardiologica degli IRCCS mette al centro il paziente e in particolare il valore percepito dal paziente e la...

Medicina digitale in cardiologia: è tempo di agire

Gli esperti ormai da tempo sostengono che la medicina digitale sarà alla base della cardiologia del futuro. Il problema però è capire quando questo futuro diventerà presente. Già nel 2013 si leggeva sull’European Hearth Journal “è arrivato il momento per la...

Come la medicina digitale può aiutare il rapporto medico-paziente?

Quando si parla di medicina digitale, uno dei timori più diffuso è che la medicina perda di umanità e di empatia. In questo senso anche il codice deontologico in particolare all’articolo 78 recita: “l’uso dei sistemi telematici non può sostituire la visita medica che...

Telemedicina: cosa cambia alla luce della nuova delibera?

Fino a oggi la telemedicina veniva praticata a macchia di leopardo e mancava una regolamentazione che la equiparasse alle prestazioni in presenza. Basti pensare che il testo di riferimento nazionale per la telemedicina erano le Linee di indirizzo Nazionali in...

I passi in avanti della telemedicina al tempo di COVID-19

Questo testo è una sintesi dell'articolo: CDC. Using Telehealth to expand access to essential health services during the COVID-19 pandemic. CDC 2020. https://www.cdc.gov/coronavirus/2019-ncov/hcp/telehealth.html Se proprio si vuole trovare un aspetto positivo legato a...

COVID E CUORE

Allo studio le ricadute positive di edoxaban nei pazienti con COVID-19

Somministrare edoxaban nei pazienti con COVID-19 potrebbe ridurre il rischio di complicanze. E’ quanto emerge da uno studio retrospettivo osservazionale che ha preso in esame 884 pazienti (età media 71 anni) positivi a SARS-CoV-2 in terapia con edoxaban per il...

Perdersi nella nebbia della pandemia: approfondimenti dalla “seconda ondata” di COVID-19

Mercoledì scorso, alle 21, E.C., un fratello comboniano nato in un piccolo paese delle Dolomiti 74 anni fa e residente in Uganda per più di 40 anni - è morto. Era un mio amico. La notizia è arrivata alla fine del mio turno pomeridiano nel reparto COVID-19 del mio...

Nuovi protocolli per la gestione dei pazienti in terapia anticoagulante

I pazienti in trattamento con anticoagulanti sono in costante aumento con un prevalenza stimata in Italia pari al 2% del totale della popolazione. La recente diffusione di COVID-19 ha reso necessaria una riorganizzazione dei centri per la cura delle trombosi e la...

Nuova organizzazione e programmazione alla luce di COVID-19

Una ricaduta positiva di COVID-19 è che ci sta imponendo una ristrutturazione definitiva delle attività cardiologiche che tenga conto della telemedicina, dell’appropriatezza prescrittiva e della riduzione di accessi ospedalieri di pazienti che potrebbero essere...

Paziente a rischio ictus: modelli organizzativi per il post COVID-19

La pandemia da SARS-CoV-2 ha messo a dura prova il Sistema Sanitario Nazionale, comportando una serie di problematiche di natura non solo assistenziale, ma anche gestionale. A fronte dell’elevata prevalenza di malattie cardiovascolari e dell’alta incidenza di eventi...

Liberta si…cura: una nuova iniziativa di comunicazione per le scuole

L’attuale pandemia di Covd-19 ha messo a dura prova il sistema mettendo tutti gli operatori sanitari di fronte a un virus completamente nuovo. A un anno dall’inizio dell’emergenza grazie agli studi fatti in tutti i Paesi coinvolti dalla pandemia e all’esperienza via...

Le risposte dell’EMA ai dubbi di Peter Doshi sui vaccini Pfizer e Moderna

L’articolo è una sintesi dei seguenti articoli: Doshi P. Peter Doshi: Pfizer and Moderna’s “95% effective” vaccines—we need more details and the raw data. Br Med J 2020....

Gestione domiciliare dei pazienti con infezione da SARS-CoV-2

Il primo dicembre 2020 sono state pubblicate le indicazioni del Ministero della salute per la gestione domiciliare dei pazienti affetti da SARS-CoV-2. Scopo del documento è fornire indicazioni operative per mettere in sicurezza il paziente riducendo il rischio di...

La gestione delle cronicità nel post COVID

Questo testo è una sintesi dell’articolo: Marrocco W., "La Nota 97 e come il Covid 19 ha costretto a rivedere il ruolo del medico di famiglia". Quotidiano Sanità 2020. La gestione della pandemia da COVID-19 ha posto in evidenza alcune criticità nell’attuale modello di...

Domande e risposte su DOAC e Nota 97

Il testo sotto riportato è stato realizzato sulla base di quanto indicato da AIFA, Nota 97. Con la pubblicazione della nota 97 di AIFA, anche il MMG può prescrivere la terapia anticoagulante in caso di fibrillazione atriale non valvolare. Considerata la rilevanza del...

CARDIOLOGIA E MMG

Edoxaban nei soggetti agli estremi di peso corporeo

Gli effetti degli anticoagulanti nei pazienti agli estremi di peso corporeo non sono ben definiti. Lo scopo di questa sottoanalisi dello studio ENGAGE-AF TIMI 48 è stato quello di analizzare la farmacocinetica/farmacodinamica e gli outcome clinici in pazienti...

DOAC, indicazioni per soggetti obesi o sottopeso

Secondo quanto emerge dallo studio ETNA-AF-Europe la terapia con edoxaban sembra associata a un basso rischio di ictus e di sanguinamenti anche agli estremi di peso corporeo (soggetti obesi o sottopeso). Premessa I farmaci anticoagulanti orali DOAC rappresentano oggi...

Regole di dosaggio con i NAO

I nuovi anticoagulanti orali (NAO) per la prevenzione del rischio di ictus e di tromboembolia sono disponibili ciascuno in due dosaggi, ma il significato e le indicazioni all’uso della dose minore rispetto a quella maggiore sono diversi tra l’inibitore della trombina...

Perdersi nella nebbia della pandemia: approfondimenti dalla “seconda ondata” di COVID-19

Mercoledì scorso, alle 21, E.C., un fratello comboniano nato in un piccolo paese delle Dolomiti 74 anni fa e residente in Uganda per più di 40 anni - è morto. Era un mio amico. La notizia è arrivata alla fine del mio turno pomeridiano nel reparto COVID-19 del mio...

Percorso decisionale per la terapia anticoagulante

Con la pubblicazione della nota 97 la prescrizione della terapia anticoagulante orale è a carico del SSN, nei casi di fibrillazione atriale non valvolare (FANV).Occorre però segnalare che la terapia anticoagulante nella FANV deve essere personalizzata considerando...

Nuovi protocolli per la gestione dei pazienti in terapia anticoagulante

I pazienti in trattamento con anticoagulanti sono in costante aumento con un prevalenza stimata in Italia pari al 2% del totale della popolazione. La recente diffusione di COVID-19 ha reso necessaria una riorganizzazione dei centri per la cura delle trombosi e la...

Paziente a rischio ictus: modelli organizzativi per il post COVID-19

La pandemia da SARS-CoV-2 ha messo a dura prova il Sistema Sanitario Nazionale, comportando una serie di problematiche di natura non solo assistenziale, ma anche gestionale. A fronte dell’elevata prevalenza di malattie cardiovascolari e dell’alta incidenza di eventi...

Gestione domiciliare dei pazienti con infezione da SARS-CoV-2

Il primo dicembre 2020 sono state pubblicate le indicazioni del Ministero della salute per la gestione domiciliare dei pazienti affetti da SARS-CoV-2. Scopo del documento è fornire indicazioni operative per mettere in sicurezza il paziente riducendo il rischio di...

Guida pratica all’uso dei DOAC

Si riporta di seguito una breve sintesi di quanto indicato nella guida pratica pubblicata a giugno su Journal of the American Heart Association.(Chen A, Stecker E, Warden BA. Direct oral anticoagulant use: practical guide to common clinical challenges. JAHA 2020; 9. )...

AIFA, Nota 97: istruzioni per l’uso

Questo articolo è una sintesi della Nota 97, AIFA Lo scorso 17 giugno AIFA, con la pubblicazione della Nota 97, ha rivisto la modalità di prescrizione della terapia anticoagulante ai pazienti con fibrillazione atriale non valvolare aprendo così la strada a nuovi...
DOAC, indicazioni per soggetti obesi o sottopeso

DOAC, indicazioni per soggetti obesi o sottopeso

Secondo quanto emerge dallo studio ETNA-AF-Europe la terapia con edoxaban sembra associata a un basso rischio di ictus e di sanguinamenti anche agli estremi di peso corporeo (soggetti obesi o sottopeso). Premessa I farmaci anticoagulanti orali DOAC rappresentano oggi...

leggi tutto
Regole di dosaggio con i NAO

Regole di dosaggio con i NAO

I nuovi anticoagulanti orali (NAO) per la prevenzione del rischio di ictus e di tromboembolia sono disponibili ciascuno in due dosaggi, ma il significato e le indicazioni all’uso della dose minore rispetto a quella maggiore sono diversi tra l’inibitore della trombina...

leggi tutto

COVID E CUORE

CARDIOLOGIA E MMG

MEDICINA DIGITALE

DIABETE E DISPLIPIDEMIE

NOVITÀ E CRITICITÀ IN CARDIOLOGIA 

CUORE e ... è un'iniziativa
I.R.C.C.S. MultiMedica

CUORE e... è un progetto sviluppato da CESMAV

CUORE e... è un progetto realizzato con il contributo non condizionante di Daiichi-Sankyo Italia S.p.A.